Sul Blog

F.A.Q.

Perché questo blog?

Non c’è un perché specifico, nasce da una mia volontà di scrivere su un argomento che mi sta molto a cuore e al quale dedico la maggior parte del mio tempo libero (e non solo).

Di che parla?

L’argomento principale è il soccorso. Il soccorso visto dal punto di vista di un soccorritore volontario, e non da un punto di vista di un professionista del soccorso come lo potrebbe essere un medico o un infermiere del settore. Ciò non significa che non ci saranno anche approfondimenti a sfondo medico (anche se non sono di mia diretta competenza, è pur sempre possibile informarsi).

Capiterà di parlare del mondo del volontariato in sé (dato che in Italia il sistema d’emergenza si basa per 90% su quello), della protezione civile e anche dei fatti quotidiani che coinvolgono personale in servizio sulle ambulanze.

Chi scrive questo blog?

Sono un semplice ragazzo di 24 anni che studia ingegneria e dedica molto tempo libero a prestare servizio 118. Al momento non penso sia necessario dire il mio nome, quello che mi interessa è il contenuto. Faccio parte di un associazione ANPAs della Toscana. Ovviamente ciò mi costringerà di vedere le cose dal punto di vista della realtà che vivo, ma cercherò di informarmi il più possibile sulle diverse realtà vissute sia nelle CRI o Misericordie, sia in altre regioni d’Italia.

AZNALUBMA? Qualcosa di meno pronunciabile c’era?

La scelta del nome è stato un processo lungo e tedioso. Ci sono già tutta una serie di blog il cui nome è un miscuglio fra termini soccorso-118-emergenza-ecc… Volevo trovare qualcosa di particolare che descriva a colpo d’occhio gli argomenti trattati sul sito, e cosa c’e di meglio della parola che vediamo cosi spesso e alla quale oramai non facciamo più caso? 😀  Come ben sanno gli operanti nel settore, AZNALUBMA (scritto con le leggere al contrario) non è altro che ambulanza fatto per essere letto da uno specchietto retrovisore.

Quanto hai intenzione di scrivere?

Non ho una tabella di marcia precisa (almeno per ora), prendo questa cosa come un mio personale diletto e come un modo per interagire con le persone aventi la mia stessa passione. I’idea comunque è quella di far uscire almeno un articolo a settimana (tempo permettendo).